Slide toggle

Benvenuto/a nella boutique di Camilla Maison

Camilla Maison è il luogo pensato per tutti gli amanti della cucina e della decorazione della casa.
Nasce come un luogo di condivisione, di ricerca e di ispirazione per tante nuove idee. É un luogo dedicato a chi ama prendersi cura delle persone che lo circondano, attento alla propria casa e tavola, creativo e sempre alla ricerca di dettagli in grado di stupire.

Camilla Maison è lo spazio che ti farà sentire a casa.

Contattaci

Lunedì - Venerdì: 09:00 - 18:00 Via Molini, 21 - 37030 - San Vittore di Colognola ai Colli - Verona 045 6190760 045 6190760 info@gmaserigrafia.it

Categoria: Ricette

Pasta e fagioli con porro e funghi champignon
mm

Pasta e fagioli con porro e funghi champignon – Ricette di Tommaso

Pasta e fagioli con porro e funghi champignon

Buongiorno! Oggi preparemo insieme un grande classico della cucina italiana: la pasta e fagioli con porro e funghi champignon.

La pasta e fagioli è un piatto che una volta servito, porta immediatamente in tavola quel senso di casa e di famiglia tipico della nostra tradizione culinaria.

Io l’ho servita in una bellissima Ciotola di Camilla Maison, che potete trovare al seguente link https://camilla.maison/boutique/

Ma non perdiamo tempo…vediamo insieme come preparare in pochi semplici passaggi come preparare questa delizia!

Ingredienti

Per 4 persone

  • 230 g di fagioli borlotti secchi
  • 800 g di acqua
  • 1 porro
  • 6 funghi champignon
  • 50 g di strutto
  • sale quanto basta
  • maggiorana fresca quanto basta
  • timo fresco quanto basta
  • vino bianco quanto basta
  • 130 g di pasta mista

Procedimento

Soffritto di porro e funghi champignon

  1. Per prima cosa pulite i funghi che andrete a tagliare a listarelle.
  2. Stessa cosa si farà con il porro che dovrete tagliare a metà, perché una parte la soffriggeremo con i funghi ed una parte con i fagioli.
  3. La prima parte andrà tagliata a rondelle, la parte che cuocerà con i fagioli invece la triterete finemente.
  4. Terminate le operazioni di taglio fate sciogliere in una padella 25 g di strutto che equivalgono ad un cucchiaio.
  5. Quindi facciamo soffriggere nello strutto la metà del porro tritata a rondelle con i funghi per 5 minuti, girando spesso o saltandoli in padella.
  6. Prima di spegnere sfumate con del vino bianco.

Cottura dei fagioli

  1. Si possono seguire le indicazioni della confezione, che impongono un preventivo ammollo di almeno 12 ore, ma io li metto in una casseruola piena di acqua fredda e li porto ad ebollizione. Vi consiglio di farli bollire per bene almeno 20 minuti.
  2. Nel frattempo poco prima di scolare i fagioli, in una pentola mettete a soffriggere la restante parte di porro, che avrete tagliato finemente con 25 g di strutto.
  3. Appena il porro inizierà a soffriggere per bene si potranno aggiungere i fagioli precedentemente scolati.
  4. I fagioli avranno la necessità di insaporirsi con il porro per almeno 5 minuti, poi potranno essere coperti con 600 g di acqua.
  5. A questo punto la padella andrà chiusa con un coperchio possibilmente dotato di foro per lo sfogo del vapore.
  6. Nel giro di 40 minuti i fagioli dovrebbero essere cotti, ma verificatene l’avvenuta cottura assaggiandoli.

Crema di fagioli

Prima di aggiungere la pasta, recupero 8 cucchiai di fagioli e li frullo con l’aiuto di 1/2 bicchiere d’acqua, e passo tutto tramite un colino cinese, in modo da avere una passata liscia e cremosa.

Cottura della pasta

  1. Prima di aggiungere la pasta, assaggiate i fagioli che dovranno essere leggermente al dente, poiché dovranno cuocere almeno altri 10 minuti, ed aggiungere 200 g di acqua.
  2. Quando l’acqua tornerà a bollire si potrà unire la pasta di tipo misto.
  3. La cottura dipenderà dai tempi indicati nella confezione, ma visto che non tutta la pasta sarà sempre immersa nell’acqua i tempi si allungheranno di qualche minuto.
  4. Poco prima di terminare la cottura, togliete il coperchio e potrete unire il soffritto di funghi e porro, aggiungere qualche foglia di maggiorana e timo fresco a piacere e solo adesso salare secondo le vostre necessità e mantecate il tutto.
  5. La pasta avrà assorbito l’acqua, ed i fagioli avranno dato la giusta cremosità al piatto.

Terminare il piatto

Io in questo caso avendo a disposizione una scodella in ceramica molto bella ho voluto versare un po’ di crema di fagioli, e poi disporre in maniera sparsa della pasta, con i fagioli e qualche fungo.

Ho completato con della maggiorana fresca. Se non vi piace la maggiorana usate pure il timo fresco.

Cornetti salati con maionese, insalatina e prosciutto cotto al rosmarino
mm

Cornetti salati con maionese, insalatina e prosciutto cotto al rosmarino – Ricette di Giovanna

Cornetti salati con maionese, insalatina e prosciutto cotto al rosmarino

Ciao a tutti e buon inizio di settimana!
La ricetta di oggi sono i cornetti salati con maionese, insalatina e prosciutto cotto al rosmarino.
È una ricetta abbastanza semplice da realizzare e molto bella da vedere a tavola… Non trovate?
Si tratta di un lievitato ideale per un buffet di compleanno oppure per un apericena in compagnia di amici! Gustosi, sfiziosi e perfetti anche per uno spuntino.
Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato il Prosciutto Cotto al Rosmarino. Per la presentazione di questi appetitosi cornetti salati di pasta brioche, invece, ho utilizzato una bellissima placca in Ardesia, che potete acquistare anche voi nello shop on-line Camilla Maison.
Vediamo dunque come preparare questa ricetta passo dopo passo.

Ingredienti

Per realizzare 8 cornetti grandi:

350 gr. farina tipo 1 macinata a pietra
-150 gr. farina 00
-25 gr. lievito di birra fresco
-310 ml acqua
-60 ml olio extra vergine d’oliva bio
-35 gr. zucchero
-18 gr. sale

Per farcire:

-insalatina mista fresca q.b.
-maionese q.b.

Procedimento

  1. Miscelate le 2 tipologie di farina all’interno di una ciotola capiente, quindi praticate un incavo al centro e posizionatevi il lievito di birra sbriciolato.
  2. Sciogliete quest’ultimo con un po’ di acqua tiepida e dopo aggiungete lo zucchero, l’olio e.v.o. e per ultimo il sale. Amalgamate per bene tutti gli ingredienti, versando gradatamente tutta l’acqua tiepida.
  3. Non appena otterrete un impasto denso e piuttosto appiccicoso, trasferitelo sul tavolo infarinato e impastate per circa 10 minuti, ovvero fino a quando otterrete un panetto soffice ed elastico. Rimettete quindi l’impasto nella ciotola, copritelo con della pellicola trasparente per alimenti e ponetelo a lievitare in un luogo caldo per circa 1 ora e mezza.
  4. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e stendetelo in un disco sottile alto circa 1,5 cm. Utilizzando un tagliapasta, ricavate 8 spicchi. Prendete il primo triangolo di impasto e, partendo dal lato più corto, arrotolatelo in modo da dare una forma al cornetto. Ripetete l’operazione con tutte le 8 parti di impasto.
  5. Posizionate i cornetti salati di pasta brioche su una teglia ben oleata (oppure ricoperta di carta da forno) ben distanziati fra loro, quindi spennellateli con un tuorlo leggermente sbattuto con un cucchiaio di latte e decorate a piacere con semi di sesamo.
  6. Cuocete i cornetti salati in forno statico preriscaldato a 190°C per circa 20 minuti o comunque fino a quando saranno perfettamente dorati. Sfornate i cornetti e lasciateli intiepidire prima di farcirli.
  7. Tagliateli, quindi, in maniera orizzontale e farciteli dapprima con la maionese, poi con l’insalatina mista e infine con le fette di prosciutto cotto.
Potete consumare subito i cornetti salati oppure conservarli per al massimo 3-4 ore, coperti dalla pellicola trasparente per alimenti.
Frittelle dolci con ricotta e mascarpone
mm

Frittelle dolci con ricotta e mascarpone – Ricette di Gianna

Frittelle dolci con ricotta e mascarpone

Le Frittelle dolci con ricotta e mascarpone riportano alla mente le feste d’altri tempi, quando i dolci si preparavano in occasioni speciali e gustarli era quasi un lusso.

Molto spesso il dolce, a differenza di oggi, era un semplice pan di spagna farcito con della crema, una ciambella o delle frittelle rotolate nello zucchero… ed è proprio la ricetta di queste golosissime e semplicissime frittelle che oggi vado ad illustrarvi, ho apportato solo qualche piccolissima variante, ma la semplicità degli ingrediente e della loro preparazione è rimasta praticamente la stessa.

Io le ho impiattate in una carinissima coppetta H&H, inviatami da Camilla Maison. Vi lascio il link per l’acquisto: https://camilla.maison/prodotto/full-decoration-coppetta-9cm-hh-pezzo-singolo/

Queste Frittelle dolci con ricotta e mascarpone sono caratteristiche del periodo di carnevale, ma come per molte altre ricette, se piacciono, nessuno ci impedisce di prepararle ogni volta che si vuole, anche perché non richiedono lievitazione e sono davvero una goduria per grandi e piccini.

Ma passiamo alla nostra ricetta e preparatevi a leccarvi le dita…

ah è vero.. dimenticavo un particolare, questa frittelle vanno rigorosamente mangiate con le mani in un sol boccone, quindi occhio alla grandezza! 🙂

Ingredienti

  • 170 gr di farina
  • 150 gr di ricotta ben sgocciolata
  • 150 gr di mascarpone
  • 75 gr di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini rasi di lievito per dolci
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • la scorza di un’arancia grattugiata
  • olio di semi per friggere

Procedimento

Per preparare Frittelle dolci con ricotta e mascarpone iniziate con il mettere in una ciotola la ricotta il mascarpone ed un pizzico di sale e, con l’aiuto delle fruste elettriche, formate una crema omogenea, quindi unite le uova e lo zucchero.

Mescolate in modo che si amalgamino bene tra loro.

A questo punto grattugiate la scorza del limone e, un po’ alla volta incorporate al composto la farina ed il lievito setacciatisenza smettere di mescolare.

Coprite la ciotola con della pellicola alimentare e mettete a riposare in frigorifero per una mezz’ora circa.

Trascorso questo tempo, preparate una padella con i bordi non troppo bassiversateci l’olio e mettetelo a riscaldare; quando sarà pronto, con l’aiuto di due cucchiai, versate una piccola quantità di composto (ricordate che in cottura gonfieranno) e iniziate a cuocere le vostre Frittelle dolci con ricotta e mascarpone fino a finire il composto.

Giratele di tanto in tanto in modo che sia ben dorate su tutta la superficie.

Una volta cotte, scolate le frittelle e passatele su della carta assorbente e quindi nello zucchero semolato.

Se riuscite a resistere, aspettate che le vostre Frittelle dolci con ricotta e mascarpone si siano intiepidite prima di servirle!!

Un piccolo suggerimento: di tanto in tanto bagnate nell’acqua i cucchiai che utilizzerete per prelevare l’impasto, in questo modo il composto scivolerà meglio nell’olio di frittura.

Non mi resta che salutarvi e se vi è piaciuta la ricetta condividetela con i vostri amici!

Prodotti correlati

Girelle con pesto e speck
mm

Girelle con pesto e speck – Ricette di Mery

Girelle con pesto e speck

Le girelle con pesto e speck sono degli stuzzichini semplici da preparare, veramente sfiziosi e perfetti per l’antipasto, l’aperitivo ma anche per un buffet con gli amici.

Queste girelle, si preparano in pochissimo tempo e con pochi ingredienti e sono veramente ottime!

Inoltre, io le ho preparate in collaborazione con Camilla Maison che gentilmente mi ha inviato il piatto in ardesia che ho utilizzato per servirle.

Cosa aspettate a provarle?? Guardiamo insieme gli ingredienti e il procedimento per realizzarli!

Ingredienti

  • Pasta Sfoglia (rettangolare) 1 rotolo
  • Pesto di basilico (senza aglio) 1 vasetto
  • Speck 100 g

Procedimento

Prepariamo insieme le girelle con pesto e speck. Prima di tutto, srotolate la pasta sfoglia (se la volete preparare voi, cliccate “qui” per la ricetta completa).

A questo punto, stendete il pesto di basilico in modo uniforme sulla pasta sfoglia.

Sistemate le fette di speck sul pesto. Poi, arrotolate la pasta sfoglia su se stessa.

Tagliate le girelle con un coltello a lama liscia e sistematele in una teglia con carta da forno. Ridateci poi la forma.

A questo punto, cuocete le girelle in forno a 180° per circa 20 minuti.

Una volta cotte, lasciatele intiepidire e servite.

Ecco pronte le girelle con pesto e speck!

peperoncini tondi piccanti ripieni di tonnoPeperoncini tondi ripieni di tonno
mm

Peperoncini tondi piccanti ripieni di tonno – Ricette di Lia

Peperoncini tondi piccanti ripieni di tonno

Fin da ragazza  osservavo mia madre con interesse quando preparava i peperoncini tondi piccanti ripieni di tonno sott’olio.

Sono squisiti, sia come antipasti, sia per accompagnare secondi!

Però adesso non mi voglio perdere in chiacchiere.

Vi spiego  subito passo passo come elaborare questa conserva piccantissima da tenere in dispensa per qualsiasi occasione pronta per essere servita!

Io per i miei ospiti questi peperoncini ripieni di tonno li ho serviti in una Coppetta Full Decoration di H&H per un effetto più scenografico di eleganza e gusto.

Potete acquistarla qui https://camilla.maison/prodotto/coppetta-9-cm-full-decoration-hh-pezzo-singolo/

Ingredienti

Per 10 persone

  • 60 peperoncini tondi piccanti
  • 2 scatole da 80 g di tonno ott’ olio
  • Una manciata di capperi
  • 1 costa di sedano
  • Olio evo quanto basta
  • 100 ml di aceto bianco
    300 ml di vino bianco
    400 ml di acqua

 

Attrezzature

  • Frullatore
  • Ciotola

Procedimento

  • Pulite bene i peperoncini togliendo il picciolo ed i semini che si trovano all’interno, (durante questa operazione indossate dei guanti in lattice perché sono piccanti) 🌶
  • In una ciotola mettete  i peperoncini  con l’aceto, il vino e l’acqua, coprendoli con un panno e lasciateli riposare per 12 ore.
  • Scolate il liquido dalla ciotola appoggiate i peperoncini con l’apertura verso il basso e lasciate sgocciolare per 24 ore.

 

Per il ripieno:

  • Nel bimby o con in un tritato tutto mettete il tonno, i capperi ed il sedano e frullare fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.
  • Quindi con un cucchiaino cominciamo a riempire i peperoncini 🌶 con la crema ottenuta in precedenza.
  • Trasferite i peperoncini nei vasetti sterilizzati, coprendoli con l’olio evo chiudendoli con il tappo ben avvitato e dopo due o tre giorni sono pronti da servire.

BUON APPETITO

Consigli di Lia:

  • I Peperoncini tondi piccanti ripieni di tonno sono ottimi come antipasti oppure come accompagnamento.
  • Conservare in luogo fresco.

Prodotti correlati

Tartufini Sacher
mm

Tartufini Sacher – Ricette di Giovanna

Tartufini Sacher

Ben trovati! Oggi prepareremo i Tartufini Sacher, una ricetta davvero facile e velocissima da preparare.

Con questi dolcetti farete un figurone con i vostri ospiti, offrendo loro dei deliziosi e profumati Tartufini Sacher!

Questi dolcetti sono ideali da servire nel pomeriggio insieme ad una bella tazza di tè fumante oppure, perchè no, da regalare al proprio partner in occasione di San Valentino!

Per una presentazione impeccabile, ho utilizzato un bellissimo Piatto Piano della collezione Davide Oldani.

Se vi piace, potete acquistarla anche voi a questo link https://camilla.maison/prodotto/davide-oldani-collection-piatto-piano-rcr/!

Andate a dare un’occhiata alla Boutique di Camilla Maison cliccando QUI! Troverete tanti meravigliosi accessori per la casa. Vediamo dunque come realizzare questa ricetta.

Ingredienti

Per realizzare circa 15 Tartufini Sacher occorrono:

-450 gr. torta al cioccolato

-3 cucchiai marmellata di albicocche

-cacao amaro in polvere quanto basta

Procedimento

Per incominciare…

Per la realizzazione di questa ricetta potete utilizzare una torta al cioccolato (oppure al cacao) che vi è rimasta, creando così una bella ricetta del riciclo!

Potete realizzare la vostra torta preferita oppure, se non avete idea di che ricetta utilizzare, potete preparare QUESTO PLUMCAKE.

Quando il dolce è pronto, dovrà raffreddarsi completamente prima di impiegarlo per questa ricetta.

Preparazione

Per prima cosa, prendete un’ampia ciotola e all’interno mettetevi la torta al cioccolato sbriciolata.

Poi, aggiungete 3 cucchiai di marmellata di albicocche e, solo se necessario, aggiungete un altro cucchiaio di marmellata (ma senza esagerare 😜 ).

Non appena avrete ottenuto un composto soffice e facilmente malleabile, formate tante palline all’incirca della grandezza di una noce.

Rotolate i tartufini nel cacao amaro in polvere e metteteli nel pirottini di carta.

Infine, riponete i tartufini Sacher in frigorifero per almeno 1 ora prima di consumarli oppure di servirli ai vostri ospiti.

Questi dolcetti si manterranno perfetti per un massimo di 2 giorni dalla preparazione.

BUON APPETITO! 😉

Prodotti correlati

Crema al torrone - Ricette di Gianna
mm

Crema al torrone – Ricette di Gianna

Crema al torrone

La Crema al torrone è una ricetta golosa che si realizza in pochissimo tempo e con soli tre semplici ingredienti. Ideale da servire come dessert ma deliziosa, e di consistenza perfetta, per farcire torte, bignè o pasta biscotto.

E’ una ricetta furba per sfruttare dopo le feste del torrone avanzato, ma vi garantisco che è perfetta in tutti i periodi dell’anno per due semplici motivi: il primo, il torrone è reperibile tutto l’anno, quindi non avrete difficoltà nel comprarlo, e, secondo, va servita fredda, quindi perfetta anche nei periodi più caldi.

La mia Crema al torrone è una bontà allo stato puro e senza uova, è talmente buona che lascerà piacevolmente soddisfatti i vostri ospiti.

Io l’ho servita su una deliziosa coppa gelato diamante di Morini, realizzata in vetro colorato e inviatomi da Camilla Maison. La trovate al seguente link: https://camilla.maison/prodotto/coppa-gelato-camelot-morini-6-pezzi/

Ma vediamo insieme gli ingredienti che dovete avere a disposizione per realizzare questa Crema al torrone.

Ingredienti

Per quattro persone:

  • 125 gr torrone bianco al cioccolato (meglio se scegliete quello duro)
  • 200 gr di panna da montare
  • 100 gr di ricotta

Procedimento

Per preparare questa deliziosa crema iniziate con lo sminuzzare grossolanamente con il coltello il torrone, non è assolutamente necessario che i pezzetti siano regolari.

Dopo aver tritato tutto il torrone, adagiatelo in una ciotola capiente (meglio se di vetro) e fatelo sciogliere a bagnomaria – o nel microonde per circa 1 minuto -. Una volta ben sciolto, lasciate intiepidire il torrone, quindi unite la ricotta che avrete mescolato precedentemente con una forchetta per renderla più cremosa.

Con l’aiuto di una frusta a mano mescolate energicamente il composto di torrone e ricotta. Una volta amalgamato bene il composto mettetelo da parte ed iniziate a montare in una seconda ciotola la panna ben fredda.

Quando sarà ben montata la panna, unitela alla crema di ricotta e torrone e mescolate il tutto, in modo da amalgamare bene i tre ingredienti.

A questo punto la vostra Crema al torrone è pronta.

Se decidete di servire questa golosa crema come dessert al cucchiaio, per rendere il tutto ancora più invitante, aggiungete sulla superficie un cucchiaino di torrone tritato, io, avendo in casa altro torrone, ho scelto, per creare un po’ di contrasto visivo, di non utilizzare lo stesso della crema.

Un consiglio: io ho utilizzato la panna vegetale, ma se scegliete quella di latte, dopo aver aggiunto alla crema la ricotta, mettete anche 20 gr di zucchero a velo.

Prodotti correlati

Gelo alla Cannella - Ricetta di Tommaso
mm

Gelo alla Cannella – Ricette di Tommaso

Gelo alla Cannella

Il gelo alla cannella è una ricetta tipica siciliana, e a quanto pare fuori dai confini regionali non si trova tanto facilmente.

Vi presento un ottimo fine pasto ed un dessert niente male, e nemmeno difficile da preparare.

Io l’ho servita su questo bellissimo piatto fondo trasparente RCR della collezione Medici, inviatomi da Camilla Maison. Vi lascio di seguito il link per l’acquisto: https://camilla.maison/prodotto/medici-piatto-fondo-deep-plate-rcr-conf-4-pezzi/

Ingredienti

Dosi per 4 geli

Io ho usato stampi per budino a forma di tronco di cono delle seguenti misure: base maggiore diametro di circa 7 cm, base minore diametro di circa 3 cm, per un’altezza pari a 5 cm.

450 g di acqua

70 g di zucchero

3 g di stecca di cannella

40 g di frumina sciolta in 100 g di acqua

zucchero a velo q.b. facoltativo

Procedimento

Io procedo sempre con il tenere in infusione a freddo le stecche di cannella, per 1 o 2 ore, nei 450 g di acqua, ma potete fare anche un decotto direttamente, e lasciare il composto a raffreddare.

Bollitura della cannella

Si può procedere in due modi.

Il primo è quello di far bollire massimo 10 minuti la cannella e poi tenerla fino al raffreddamento in una casseruola chiusa con il coperchio. In questo modo verranno rilasciati aromi intensi.

Il secondo metodo prevede di togliere la cannella subito dopo i 10 minuti di bollitura, in modo da non rilasciare troppi aromi.

In entrambi i casi consiglio di partire con una prima infusione a freddo, che poi diventerà decotto in entrambi i casi.

Una volta eliminata la cannella, si potrà aggiungere lo zucchero e portare nuovamente quasi a bollore.

Addensare il decotto

Preparare l’addensante a parte, facendo sciogliere in 100 g di acqua a temperatura ambiente la frumina. Non dovranno esserci grumi, e il composto dovrà sembrare una sorta di latte.

Appena il decotto inizia a sobbollire versare la frumina disciolta e girare continuamente fino ad addensamento.

Versare quindi il tutto negli stampini e lasciare per qualche minuto tutto a temperatura ambiente, in modo da non chiuderli quando ancora il composto è fumante, per evitare la formazione di condensa sotto il tappo degli stampini.

L’addensamento completo che può avvenire anche dopo 2 o 3 ore.

Per i tempi di addensamento dipende molto dal volume che si versa nello stampino, quindi dalla grandezza del gelo.

Fateli magari di mattina e a pranzo sono pronti, oppure la sera per il giorno dopo.

Servite come piace a voi, e tenete presente che anche a temperatura ambiente e buonissimo, e non si scompatta affatto.

Se volete addolcirlo ancora spolverate sula superficie dello zucchero a velo.

 

Spero vi sia piaciuta la ricetta del gelo alla cannella. Per qualsiasi chiarimento sono sintonizzata… A presto e grazie!

Prodotti correlati

Spaghetti con pesto e patate
mm

Spaghetti con pesto e patate – Ricette di Mery

Spaghetti con pesto e patate

Gli spaghetti con pesto e patate, sono un primo piatto genuino, ricco di sapori e molto semplice da preparare.

Questo primo piatto, è una variante gustosa della classica pasta al pesto e potete prepararlo per un pranzo veloce. Si tratta infatti di un piatto facile da realizzare, economico e veloce che richiede solo 10 minuti di preparazione e 20 di cottura.

Inoltre, io l’ho preparato in collaborazione con Camilla Maison che gentilmente mi ha inviato il piatto Mini Pastabowl che ho utilizzato per presentare i miei spaghetti.

Cosa aspettate a provarlo?

Ingredienti

Per 2 persone:

  • Spaghetti 160 g
  • Pesto di basilico 1 vasetto
  • Patate 2
  • Sale 1 pizzico
  • Pepe quanto basta
  • Pecorino romano quanto basta

Procedimento

Prepariamo insieme gli spaghetti con pesto e patate. Prima di tutto, sbucciate e tagliate le patate a cubetti poi, sbollentatele in una pentola con acqua salata per circa 10 minuti.

Una volta cotte le patate, versatele nella padella con il pesto di basilico, il pepe e fate insaporire per 5 minuti.

In una pentola con abbondante acqua salata, cuocete gli spaghetti e scolateli qualche minuto prima del tempo indicato sulla confezione.

Una volta cotti gli spaghetti, versateli nella padella con il pesto e le patate e saltellate per un paio di minuti.

Impiattate e servite con il pecorino romano grattugiato

Ecco pronti gli spaghetti con pesto e patate!

Maionese al pomodoro secco
mm

Maionese al pomodoro secco – Ricette di Mariachiara

Maionese al pomodoro secco

La ricetta di oggi è un’originale maionese al pomodoro secco. E’ un’ottima soluzione per un aperitivo veloce o un antipasto particolare, ad esempio abbinata a dei crostini di pane croccante. Io l’ho servita su una mini coppetta tonda ocra adagiata sul vassoio rettangolare azzurro della collezione Emozioni del brand Le Nouveau Coq.

Vi lascio di seguito il link per i prodotti:

Mini coppetta tonda ocra -> https://camilla.maison/prodotto/coppetta-ovale-piccola-finger-food-conf-12-pezzi/

Vassoio rettangolare azzurro Emozioni -> https://camilla.maison/prodotto/vassoio-rettangolare-emozioni-azzurro/

Di seguito ingredienti, dosi e procedimento per una maionese al pomodoro secco gustosa e aromatica!

Ingredienti

  • 2 tuorli a temperatura ambiente
  • sale, pepe
  • 100 ml di olio d’oliva extra vergine freddo
  • 100 ml di olio di semi di girasole freddo
  • 10 ml di succo di limone
  • 10 ml di aceto balsamico
  • 50 gr di pomodori secchi sott’olio

Procedimento

  • Per prima cosa, in un bicchiere graduato porre le uova assieme al sale e al pepe;
  • Azionare poi il frullatore ad immersione e versare a filo i due oli;
  • Aggiustare di sapore con succo di limone e aceto balsamico;
  • A parte frullare i pomodori secchi ed aggiungerli alla maionese;
  • Mixare qualche secondo il tutto per ottenere una maionese al pomodoro secco liscia e aromatica.
  • Abbinarla a dei crostini di pane e servirla in un coppetta colorata per un delizioso aperitivo o un antipasto originale.
  • Buon appetito!

Prodotti correlati