Slide toggle

Benvenuto/a nella boutique di Camilla Maison

Camilla Maison è il luogo pensato per tutti gli amanti della cucina e della decorazione della casa.
Nasce come un luogo di condivisione, di ricerca e di ispirazione per tante nuove idee. É un luogo dedicato a chi ama prendersi cura delle persone che lo circondano, attento alla propria casa e tavola, creativo e sempre alla ricerca di dettagli in grado di stupire.

Camilla Maison è lo spazio che ti farà sentire a casa.

Contattaci

Lunedì - Venerdì: 09:00 - 18:00 Via Molini, 21 - 37030 - San Vittore di Colognola ai Colli - Verona 045 6190760 045 6190760 info@gmaserigrafia.it

Categoria: Ricette

Carne in umido con piselli in vaso
mm

Carne in umido con piselli in vaso – Ricette di Katia

Carne in umido con piselli in vaso

e’ davvero gustosissimo e presentarlo dentro un vaso e’ un idea carina alternativa che susciterà’ tanta curiosità.

Per questa ricetta ho utilizzato prodotti di altissima qualita, abbinando la passata verace e i pisellini, con un olio extra vergine di oliva 100% italiano dal gusto e dal sapore unici.

Ho servito il tutto in una vaso molto carino

che vi fara’ fare una bellissima figura, il vaso Weck, GMA,  originale per servire e conservare i tuoi cibi.

Oltre a garantire una perfetta sterilizzazione di qualsiasi prodotto, di frutta, verdura, carne e pesce, sono ideali per servire marmellate, salse di accompagnamento e dessert!

Funzionali e belli da vedere sulla tavola. La forza loro è riuscire ad operare sia nel settore di nicchia, profumerie o generi di lusso, sia nel settore industriale mantenendo intatta la qualità dell’artigiano. I loro prodotti sono molto ben curati, non sono fatti da macchine automatiche ed hanno, secondo i loro clienti, una qualità superiore.

Ecco la mia ricettina…..

Ingredienti

700 gr di spezzatino di vitello

1 carota

1 cipolla

2 patate

300 ml di passata verace CIRIO

1 scatola di pisellini CIRIO

sale

pepe

olio extra vergine di oliva Frantoio Oleario Bitontino Minenna

1/2 bicchiere di vino bianco

vasetto GMA per servire

Procedimento

Per questo piatto della tradizione, iniziamo a pulire la carota e la cipolla, le passiamo nel mixer e le tritiamo.

In un bel tegame mettiamo l’ olio evo, aggiungiamo le verdurine e facciamo stufare, aggiungiamo la care, ilmsale, il pepe e lasciamo insaporire.

Dopo qualche minuto sfumiamo con il vino bianco e lasciamo cuocere per alcuni minuti.

A questo punto possiamo aggiungere la passata di pomodoro, chiudere con un coperchio e lasciar cuocere per alcuni minuti.

Laviamo e tagliamo le patate a cubetti, aggiungiamole alla carne e quando saranno quasi cotte aggiungere i pisellini.

Facciamo insaporire bene il tutto ed il nostro super secondo sara’ pronto per essere servito, una vera delizia ve lo posso assicurare.

Fettuccine al Prezzemolo
mm

Fettuccine al Prezzemolo con Pomodorini e Formaggio – Ricette di Katia

Fettuccine al prezzemolo con pomodorini e formaggio

Una botta, una vera delizia, un piatto semplice veloce ma davvero buono.

Le Fettuccine al Prezzemolo sono un piatto semplice, fresco, gustoso e super facile da fare, cosa volgliamo di piu’. Per noi donne sempre piene di cose da fare, tanti impegni e pochissimo tempo questo piatto e’ perfetto 🙂 ecco la mia ricettina.

Ingredienti

° pomodorini pelatino biologico TENUTA SCORCIABOVE  offrire materie prime di alto livello rispettando terreno e territorio. La selezione qualitativa dei pomodori utilizzati per realizzare iquestii prodotti inizia dai campi. Solo terreni biologici più vocati alla coltivazione delle divierse tipologie di pomodoro

° fettuccine al prezzemolo FILOTEA sfoglia all’uovo artigianale, selezionando solo le  migliori materie prime italiane. Trafilata al bronzo ed essiccata lentamente ed a basse temperature per almeno 24 ore, la pasta è altamente digeribile e molto ruvida, qualità che le permette di avere una elevata capacità di trattenere qualsiasi tipo di sugo.

° spicchio di aglio

° formaggio stagionato fior di mucca CA DONADEL la storia di questa Azienda  affonda le sue radici nel tempo passato, quando il Veneto era una regione povera e contadina, e l’unica certezza era data dalla possibilita’ di avere un fazzzoletto di terra da lavorare dal quale con sacrificio e sudore ricavare il pane quotidiano.

° olio evo

° origano

Procedimento

Una botta, una vera delizia, un piatto semplice veloce ma davvero buono.

Diciamo che questa pasta e’ davvero molto semplice ma quando i prodotti sono di qualità anche le cose semplici diventano uniche.

Allora prendiamo un tegame, ci mettiamo o spicchio di aglio e l’ olio evo, facciamo imbiondire e togliamo,aggiungiamo i pomodorini che vi giuro sembrano appena colti, li lasciamo insaporire, aggiungiamo il sale, il pepe e copriamo lasciamo cuocere per alcuni minuti.

Quasi a fine cottura aggiungere il formaggio tagliato a pezzetti e lasciamo che si sciolga. Nel frattempo cuociamo le tagliatelle in abbondante acqua salata, questa pasta ha una particolarità oltre al gusto, rende davvero molto come quantità’.

Adesso possiamo scolare la pasta, mantecarla con il sughetto e servirla con delle foglie di basilico, origano e qualche pezzettino di formaggio. Una botta, una vera delizia, un piatto semplice veloce ma davvero buono. Io ho utilizzato il piatto di GMA SERIGRAFIA, una linea che si adatta a queste preparazioni.

SE TI PIACCIONO LE MIE RICETTE PASSA DALLA MIA PAGINA FB PER UN LIKE TI ASPETTO

In cucina con Frollina

Tiramisù Gluten Free
mm

Tiramisù Gluten Free – Ricette di Katia

Tiramisù Gluten Free

un dolce super goloso che può essere gustato anche da chi è intollerante.

Sono molto sensibile alle intolleranze alimentari, e sono vicina a chi ha dovuto per molto tempo rinunciare al piacere della tavola, perché l’ argomento celiachia era un po’ messo in disparte.

Grazie alla mia collaborazione con VIALL, che si occupa di prodotti senza glutine, senza allergeni, senza olio di palma e…buoni! Prodotti pensati per celiaci, intolleranti al glutine e ai principali allergeni alimentari che non rinunciano a mangiare sano e con gusto,  ho potuto cimentarmi in questa preparazione golosa, utilizzando i canestrelli al riso. Ecco la mia ricettina

Ingredienti

150 gr di mascarpone

canestrelli al riso VIALL qb senza glutine, sono pensati per i golosi che non vogliono rinunciare a mantenersi sani e in forma. Senza allergeni come latte, uova, soia o frutta a guscio sono la soluzione perfetta per le colazioni, le merende e gli spuntini di chi soffre di intolleranze alimentari. Inoltre, essendo privi di ingredienti di derivazione animale sono indicati anche per i vegani.

100 gr di zucchero

3 uova

cacao amaro qb

caffe qb

Procedimento

Per questa coccola per l’anima, iniziamo con il dividere i tuorli dagli albumi.

In una terrina mettiamo metà dello zucchero, il mascarpone ed i tuorli e con l’ aiuto di una frusta iniziamo ad amalgamare bene il composto.

Nella ciotola della planetaria con la frusta filo, iniziamo a montare gli albumi. Dopo qualche minuto aggiungiamo lo zucchero e lasciamo montare a neve ferma.

Una volta pronti

li mettiamo nel mascarpone e con l’ aiuto di una spatola, mescoliamo dal basso verso l’ alto. Prendiamo il caffè che nel frattempo si sarà freddato e procediamo.

Riempiamo una sac a poche con il composto e iniziamo.

Io ho fatto una monoporzione, utilizzando il vasetto gioiello   GMA serigrafia , e devo dire che si presenta molto bene, ho fatto uno strato di crema, uno strato di biscotti inzuppati con il caffè, una spolverata di cacao ed ho continuato fino a raggiungere il bordo del barattolo.

Messo in frigo a riposare fino al momento di gustarlo. Una vera delizia.

Io trovo che il vasetto sia troppo bellino. Sicuramente da provare. Naturalmente voi potete usare una teglia o un contenitore che piu’ vi piace.

Crema Spalmabile alle Mandorle
mm

Crema Spalmabile alle Mandorle – Ricette di Mario

Crema spalmabile alle mandorle, una vera delizia!

La mia Crema Spalmabile alle Mandorle, provare per credere.

Salve a tutti, rieccomi qui a pubblicare una nuova, semplice e gustosa ricetta. Oggi condivido con voi la ricetta della crema spalmabile alle mandorle, una crema golosissima realizzata con mandorle e cioccolato bianco. Una crema fatta in casa ideale per tutto, da spalmare su delle fette biscottate e ottima per farcire biscotti, brioche etc…PROVATELA!!

Ingredienti

80g di pasta pura di mandorle (oppure 100g di mandorle spellate,tostate e finemente tritate)

70g di burro

100g di cioccolato bianco

50g di zucchero a velo

40ml di latte

Procedimento

In un pentolino sciogliere cioccolato bianco, pasta di mandorle e burro. Una volta sciolto il tutto, aggiungere il latte, lo zucchero a velo e a fuoco basso mescolare il tutto fino a quando non avrete ottenuto una crema omogenea, liscia e senza grumi.
Se usate le mandorle, tritare finemente con lo zucchero a velo, fondere burro e cioccolato, aggiungere le mandorle finemente tritate con lo zucchero, il latte e mescolate sempre a fuoco basso fino ad ottenere una crema omogenea.

A cottura terminata:

Versate la crema ottenuta in un vasetto di vetro a chiusura ermetica e far raffreddare a temperatura ambiente.

Appena tolta dal fuoco, la crema si presenterà leggermente liquida, ma tranquilli; una volta fredda acquisterà la consistenza di una crema spalmabile.

Struffoli Napoletani
mm

Struffoli Napoletani o Purcidduzzi Salentini – Ricette di Mariachiara

Struffoli Napoletani: se per Natale vorreste regalare qualcosa fatto con le vostre mani, eccovi un’idea.

Struffoli Napoletani, Purcidduzzi in Puglia, Pignolata in Calabria, sono un must sulla tavola natalizia! La tradizione (almeno quella pugliese) vuole che siano fritti e glassati col miele o  vino cotto, qualche mandorla tostata, una tempesta di zuccherini e sono belli che fatti.
In seguito ingredienti, dosi e procedimento step by step per i miei purcidduzzi / struffoli!

Ingredienti

750 kg di farina 0
250 gr di semola rimancinata
250 ml di olio extra vergine di oliva
250-300 ml circa di vino bianco (la quantità che verrà assorbita dipenderà dall’umidità della farina)
16 gr di lievito chimico istantaneo per dolci
la scorza grattugiata di un limone biologico
10 gr di sale fino
miele per ripassare q.b.
mandorle tostate q.b.
olio di semi per friggere q.b.
zuccherini q.b.

Procedimento

  • In una ciotola capiente o nella ciotola della planetaria, mescolare gli ingredienti secchi (farina, lievito, scorza di limone, sale);
  • Aggiungere il vino ed impastare;
  • Infine incorporare l’olio e lavorare fino a ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e compatto;
  • Formare dei filoncini e ricavare dei quadratini a mò di gnocchi. Se li preferite arricciati, basta passare il quadratino di impasto sui lembi di una forchetta o sulla parte interna di una grattugia;
  • Portare a temperatura l’olio (170° più o meno) e friggere i purcidduzzi /struffoli fino a doratura.
  • Scolarli quindi su della carta assorbente.
  • Raffreddati, sciogliere il miele in una pentola, aggiungere i purcidduzzi / struffoli, le mandorle tostate e glassare il tutto per bene;
  • Trasferire in un bel piatto da portata (il mio è di GMA Serigrafia), abbellire con degli zuccherini e gustare!

Idee per Natale

Se per Natale vorreste regalare qualcosa fatto con le vostre mani, eccovi un’idea.
Basta procurarvi dei piatti o delle ciotoline carina da riempire con i purcidduzzi / struffoli, del cellophane trasparente, dei nastrini colorati e i vostri regalini homemade sono pronti per essere donati 😀

Chiacchiere di Igino Massari
mm

Chiacchiere di Igino Massari – Ricette d’autore

Chiacchiere di Iginio Massari

Le Chiacchiere di Igino Massari, o crostoli, galani, cenci, bugie, sfrappole, frappe o come preferite chiamarle, sono uno dei dolci tipici del carnevale.
Sottili sfoglie da friggere e da spolverare con zucchero a velo, nulla di più semplice!
Ho voluto provare la ricetta del maestro Massari e devo dire che mi ha davvero soddisfatta perchè il prodotto finale non sono altro che chiacchiere leggere, friabili e piene di bolle come piacciono a me.

In seguito ingredienti, dosi e procedimento step by step per le chiacchiere di Massari! 

Ingredienti

500 gr di farina 00
150 gr di uova intere (3 nr.)
20 gr di tuorlo (1 nr.)
40 gr di zucchero semolato
40 ml di panna fresca
30 ml di rum (l’ho sostituito con vodka al caramello)
5 gr di sale fino
la scorza di un limone bio
vaniglia o cannella a piacere

Olio di arachide per friggere
Zucchero a velo per terminare

Procedimento

  • Nella ciotola della planetaria o sul piano da lavoro porre la farina a fontana;
  • Aggiungere le uova + il tuorlo, la panna, il rum, lo zucchero, il sale, la scorza di limone e la vaniglia (o la cannella);
  • Impastare fino ad ottenere una palla liscia e compatta; Ricoprire il panetto con la pellicola e lasciar riposare in frigorifero per un’ora;
  • Trascorso il tempo di riposo, stendere la sfoglia per le chiacchiere con una macchinetta stendipasta, dal livello più spesso a quello più sottile (la mia arriva a 7, ma mi sono fermata a 5 perchè erano già abbastanza sottili);
  • Ricavare dei rettangoli ed inciderli per lungo;
  • Friggere le chiacchiere in olio ben caldo (170°) per qualche secondo da entrambi i lati;
  • Scolare e porre su carta assorbente facendo attenzione a sistemare le chiacchiere “in piedi”, questo permette all’olio di essere assorbito per bene dalla carta; Terminare con una spolverata di zucchero a velo e servire!

Osservazioni

  • Il piatto meraviglioso dove ho servito le mie chiacchiere fa parte della linea Churchill, reperibile da GMA Serigrafia (clicca qui per lo store, info o acquisti)

Se avete gradito le Chiacchiere di Massari, condividetele!
Se avete domande, curiosità o altre varianti, lasciatemi un commento 🙂

Per non perdervi nemmeno una ricetta trovate VanigliaBourbon anche su:

Facebook

Twitter

Per ottenere delle chiacchiere leggere e piene di bolle, quando le tuffate nell’olio tenetele immerse con un cucchiaio qualche secondo, questo permetterà alla sfoglia di creare delle bolle perfette!

Torta di mele
mm

Torta alle mele – Ricette di Mario

La torta alle mele della nonna

è il dolce più semplice e più buono al mondo.

E’ la classica torta che preparerei tutti i giorni, una torta sofficissima e profumatissima. Per renderla ancora più buona(spero che la nonna mi perdoni per questo), ho aggiunto la ricotta e ho sostituito metà della farina 00 con quella integrale….ottenendo una torta alle mele dal sapore rustico e strabuonaaaaa.

Questa ricetta nasce grazie alla collaborazione con GMA Serigrafia , che mi hanno gentilmente omaggiato di uno splendido piatto in vetro con un effetto vortice da portata, elegante, raffinato che potete tranquillamente vedere e acquistare semplicemente cliccando sul loro sito:  www.gmaserigrafia.it

Ingredienti

Per uno stampo da 24 cm di diametro:

125g farina 00

125g di farina integrale

3 uova intere a temperatura ambiente

200g di zucchero di canna

50ml di olio di semi

200g di ricotta fresca

1 bustina di lievito x dolci

scorza grattugiata di un limone possibilmente non trattato

2g di cannella in polvere (facoltativo)

3 mele lavate,sbucciate e tagliate a dadini

 

Per decorare la torta:

una mela tagliata a fettine

zucchero di canna quanto basta

Procedimento

In un recipiente o planetaria montare le uova intere a temperatura ambiente con lo zucchero di canna e la scorza del limone grattugiata per circa 5 minuti.

Una volta ottenuto un composto chiaro e spumoso,sempre montando versare a filo l’olio di semi..

Una volta incorporato, aggiungere la ricotta e l’estratto di vaniglia.

Montare il tutto, incorporare con un movimento dal basso verso l’alto la farina 00 , la farina integrale,il lievito e la cannella in polvere. Infine aggiungere le mele precedentemente tagliate a dadini.

Versare il composto in uno stampo del diametro di 24 centimetri imburrato e infarinato,sistemare le fette di mela su tutta la superficie della torta, spolverizzare di zucchero di canna e infornare a 175° per circa 50 minuti (fare prova stecchino).

Una volta sfornata e lasciata intiepidire la torta, sistematela su un piatto da portata, spolverizzatela di zucchero a velo e la vostra strasoffice e profumatissima torta alle mele della nonna sarà pronta per essere gustata.

BUON APPETITO.

Tartufini al fondente
mm

Tartufini al fondente – Ricetta di Mariachiara

Tartufini al fondente

I tartufini al fondente sono dei bon bon facili e veloci.
Avete dei ritagli di torta da smaltire? Della ganache al cioccolato avanzata?
Perfetto, non resta altro che unire i due elementi per creare dei tartufini al fondente goduriosissimi!

In seguito ingredienti e procedimento per dei tartufini al fondente #toppissimi! 

Ingredienti

Per circa 35/40 tartufini è necessario:

1 chiffon al cacao
600 gr di ganache al cioccolato
scagliette di cioccolato per ricoprire

Per la chiffon al cacao (da 25 cm):

250 gr di farina 00
50 gr di cacao amaro
300 gr di zucchero semolato
150 ml di olio di semi di girasole
200 ml di acqua
7 uova intere medie (420 gr)
16 gr di lievito chimico per dolci (1 bustina)
una bacca di vaniglia
un cucchiaino di succo di limone (5 ml)

Per la ganache al cioccolato fondente: 

200 ml di panna
400 gr di cioccolato fondente

Procedimento

  • In una ciotola miscelare gli ingredienti secchi: farina, cacao, zucchero e lievito;
  • Aggiungere i tuorli, l’acqua, l’olio, la polpa della bacca di vaniglia;
  • Amalgamare con le fruste fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo;
  • Montare a neve ferma gli albumi con il succo di limone ed incorporarli al composto delicatamente, dal basso verso l’alto;
  • Versare il composto in uno stampo da chiffon (oppure in uno stampo tondo da 28 se vorreste ricavarne una torta normale) e cuocere in forno preriscaldato ventilato a 160° per 55 minuti (controllare la cottura facendo sempre la prova stecchino, quest’ultimo, estraendolo dalla torta, deve essere asciutto);
  • Sfornata, capovolgere e lasciar raffreddare completamente;
  • Sformare passando un coltello o una spatolina lungo il contorno e lungo il buco affinchè la chiffon si stacchi per bene dallo stampo;
  • Sbriciolare con le mani e porre in una ciotola;

Per la ganache al cioccolato fondente: 

  • Portare ad ebollizione la panna;
  • Versarla sul cioccolato fondente precedentement tritato e trasferito un una ciotola;
  • Miscelare fino ad ottenere un composto liscio e setoso.

Montaggio

  1. Versare tutta la ganache nella chiffon sbriciolata ed impastare con le mani fino ad ottenere un composto morbido ma non appiccicoso;
  2. Successivamente formare delle palline tutte della stessa dimensione e passarle nelle scagliette di cioccolato;
  3. Per finire conservare i tartufini al fondente in frigorifero.

Il piatto dove ho servito i miei tartufini al fondente è reperibile da Camilla.maison

Crostata alle fragole
mm

Crostata morbida alle fragole – Ricette di Mariachiara

La crostata morbida alle fragole

ha una particolare base soffice bagnata con del limoncello, farcita con della classica crema pasticcera ed ultimata con delle fragole, o comunque, con la frutta che più preferite.

In seguito ingredienti, dosi e procedimento step by step per un’ottima crostata morbida alle fragole.

Ingredienti

Per la base morbida

  • Uova 4
  • Zucchero 115 g
  • Burro (fuso) 115 g
  • Farina 00 225 g
  • Lievito Chimico In Polvere 1 bustina
  • Latte 50 ml
  • Baccello Di Vaniglia 1/2
  • Scorza Di Limone q.b.
  • Limoncello ((per bagnare)) q.b.

Per la crema pasticcera

  • Zucchero 150 g
  • Farina 00 85 g
  • Latte 500 ml
  • Scorza Di Limone q.b.
  • Tuorli 4
  • Baccello Di Vaniglia 1/2

Per ultimare

  • Fragole q.b.

Procedimento

Per la base morbida:

  1. In una ciotola con una frusta mescolare le uova con lo zucchero fino a farlo sciogliere completamente;
  2. Aggiungere nell’ordine il burro fuso a temperatura ambiente, la farina setacciata assieme al lievito, il latte, la scorza del limone grattugiata e la polpa della vaniglia precedentemente grattata dal baccello inciso;
  3. Miscelare per bene fino ad ottenere un composto liscio e setoso;
  4. Trasferire l’impasto della crostata morbida in uno stampo da 26/28 unto;
  5. Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 180° per 20 minuti;
  6. Sfornare, capovolgere sul piatto da portata e far raffreddare;

Per la crema pasticcera:

  1. Portare a bollore il latte con la scorza di limone;
  2. In una ciotola unire lo zucchero con la farina e stemperare con del latte tiepido (da quello che avete messo in pentola a bollire);
  3. Aggiungere i tuorli e la vaniglia, amalgamare bene il tutto;
  4. Raggiunto il bollore, eliminare le scorze di limone, versare il composto in pentola e cuocere fino a bollore sempre mescolando;
  5. Togliere dal fuoco, trasferire in un vassoio o pirofila (si raffredderà prima), coprire con la pellicola a contatto e far raffreddare;
  6. Riempire una sac à poche ed utilizzare!

Montaggio

  1. Bagnare la base con del Limoncello;
  2. Farcire con la crema pasticcera;
  3. Completare con le fragole e lucidarle con della gelatina spray affinchè non si secchino e risultino poco presentabili;
Tiramisù alle ciliegie
mm

Tiramisù alle ciliegie – Ricette di Mariachiara

Lorem ipsum dolor sit amet, consec tetur adipiscing elit. Nulla auctor aliquam tortor at suscipit. Etiam accumsan, est id vehicula.