Slide toggle

Benvenuto/a nella boutique di Camilla Maison

Camilla Maison è il luogo pensato per tutti gli amanti della cucina e della decorazione della casa.
Nasce come un luogo di condivisione, di ricerca e di ispirazione per tante nuove idee. É un luogo dedicato a chi ama prendersi cura delle persone che lo circondano, attento alla propria casa e tavola, creativo e sempre alla ricerca di dettagli in grado di stupire.

Camilla Maison è lo spazio che ti farà sentire a casa.

Contattaci

Lunedì - Venerdì: 09:00 - 18:00 Via Molini, 21 - 37030 - San Vittore di Colognola ai Colli - Verona 045 6190760 045 6190760 info@gmaserigrafia.it

Tag: Cannella

La Mia Sangria in Caraffa e Bicchieri Memento Synth in metacrilato

La Mia Sangria in Caraffa e Bicchieri Memento Synth

La Mia Sangria in Caraffa e Bicchieri Memento Synth

La Mia Sangria in Caraffa e Bicchieri Memento Synth è la rivisitazione della tradizionale bevanda alcolica di origine spagnola, in chiave dolce e speziata.
L’avvolgente freschezza regalata dagli agrumi e le note speziate della cannella e dei chiodi di garofano sapranno accompagnare le vostre calde serate estive, in compagnia.

Per servire la Mia Sangria, ho pensato di utilizzare la Caraffa Memento Lime abbinata agli originali e coloratissimi Bicchieri Memento Synth, che potete trovare nello store di Camilla Maison, perfetti per proporre in tavola bibite, birra e cocktail.

Per poter gustare al meglio la Mia Sangria, vi consiglio di prepararla UN GIORNO PRIMA.

Ingredienti

per una capiente pirofila tonda (o insalatiera)

2 Mele tagliate a cubetti e 1 tagliata a fette
1 Arancia tagliata a cubetti e 1 tagliata a fette
3/4 Pesche-Noci tagliate a cubetti
Succo di 1 arancia
Succo di 2 limoni
8 Chiodi di Garofano
2 Stecche di Cannella
4 Cucchiai di Zucchero
1 L di Marzemino secco (o altro vino rosso secco)
1 tazzina di Gin alla pesca
600 ml di 7Up (o altra bevanda simile, meglio se aromatizzata al limone)
Ghiaccio a cubetti

Procedimento e Servizio

Iniziamo lavando e tagliando la frutta, come precedentemente indicato, lasciando anche la buccia. Mettiamo la frutta nel contenitore scelto (pirofila o insalatiera) e uniamo il succo di arancia e di limoni.
Aggiungiamo le due stecche di cannella e per quanto riguarda i chiodi garofano, li inseriamo in una delle fette di mela, facile da togliere al momento del servizio, per evitare che finiscano nel bicchiere di qualche Commensale (in alternativa, vi consiglio di utilizzare un infusore da té).

Versiamo ora i quattro cucchiai di zucchero, la tazzina di Gin alla pesca (o altro liquore come Cointreau o un Liquore al melone), ricopriamo con il vino secco. Mescoliamo delicatamente il tutto e copriamo con della pellicola trasparente e riponiamola in frigo per una notte o fino al momento di servirla.

È questo il momento giusto per il tocco finale!

Estraiamo dal frigo la Mia Sangria in Caraffa e Bicchieri Memento Synth e aggiungiamo la 7Up e ora ricordiamoci di togliere cannella e chiodi di garofano e aiutandoci con un mestolo, versiamola, per ‘appunto, nella Caraffa Memento Lime!
Questo passaggio ci permette di mescolare ulteriormente la bevanda.

Lasciamo cadere 4/5 cubetti di ghiaccio nei nostri Bicchieri Memento Synth e serviamola ai nostri Ospiti. Inoltre, a piacimento, possiamo decorare il bordo bicchiere con una fetta di limone o di arancia.

Bon Appétit, mes Amis!

Gelo alla Cannella - Ricetta di Tommaso
mm

Gelo alla Cannella – Ricette di Tommaso

Gelo alla Cannella

Il gelo alla cannella è una ricetta tipica siciliana, e a quanto pare fuori dai confini regionali non si trova tanto facilmente.

Vi presento un ottimo fine pasto ed un dessert niente male, e nemmeno difficile da preparare.

Io l’ho servita su questo bellissimo piatto fondo trasparente RCR della collezione Medici, inviatomi da Camilla Maison. Vi lascio di seguito il link per l’acquisto: https://camilla.maison/prodotto/medici-piatto-fondo-deep-plate-rcr-conf-4-pezzi/

Ingredienti

Dosi per 4 geli

Io ho usato stampi per budino a forma di tronco di cono delle seguenti misure: base maggiore diametro di circa 7 cm, base minore diametro di circa 3 cm, per un’altezza pari a 5 cm.

450 g di acqua

70 g di zucchero

3 g di stecca di cannella

40 g di frumina sciolta in 100 g di acqua

zucchero a velo q.b. facoltativo

Procedimento

Io procedo sempre con il tenere in infusione a freddo le stecche di cannella, per 1 o 2 ore, nei 450 g di acqua, ma potete fare anche un decotto direttamente, e lasciare il composto a raffreddare.

Bollitura della cannella

Si può procedere in due modi.

Il primo è quello di far bollire massimo 10 minuti la cannella e poi tenerla fino al raffreddamento in una casseruola chiusa con il coperchio. In questo modo verranno rilasciati aromi intensi.

Il secondo metodo prevede di togliere la cannella subito dopo i 10 minuti di bollitura, in modo da non rilasciare troppi aromi.

In entrambi i casi consiglio di partire con una prima infusione a freddo, che poi diventerà decotto in entrambi i casi.

Una volta eliminata la cannella, si potrà aggiungere lo zucchero e portare nuovamente quasi a bollore.

Addensare il decotto

Preparare l’addensante a parte, facendo sciogliere in 100 g di acqua a temperatura ambiente la frumina. Non dovranno esserci grumi, e il composto dovrà sembrare una sorta di latte.

Appena il decotto inizia a sobbollire versare la frumina disciolta e girare continuamente fino ad addensamento.

Versare quindi il tutto negli stampini e lasciare per qualche minuto tutto a temperatura ambiente, in modo da non chiuderli quando ancora il composto è fumante, per evitare la formazione di condensa sotto il tappo degli stampini.

L’addensamento completo che può avvenire anche dopo 2 o 3 ore.

Per i tempi di addensamento dipende molto dal volume che si versa nello stampino, quindi dalla grandezza del gelo.

Fateli magari di mattina e a pranzo sono pronti, oppure la sera per il giorno dopo.

Servite come piace a voi, e tenete presente che anche a temperatura ambiente e buonissimo, e non si scompatta affatto.

Se volete addolcirlo ancora spolverate sula superficie dello zucchero a velo.

 

Spero vi sia piaciuta la ricetta del gelo alla cannella. Per qualsiasi chiarimento sono sintonizzata… A presto e grazie!

Prodotti correlati